skip to Main Content

Perché gli interruttori automatici scattano e cosa fare al riguardo

Perché gli interruttori automatici scattano e cosa fare al riguardo

Quando un interruttore nel tuo quadro elettrico interviene, accade per un motivo. Il semplice ripristino dell’interruttore non risolverà il problema sottostante e potrebbe causare problemi più grandi in futuro. In questo articolo, discuteremo di 3 motivi comuni per cui i tuoi interruttori elettrici scattano e cosa dovresti fare al riguardo.

Che cos’è lo “Scatto dell’interruttore”?

interruttori automatici scattano

interruttori automatici scattano

Un interruttore “scatta” perché rileva un assorbimento anomalo di energia e interrompe il flusso elettrico. Lo spegnimento del circuito impedisce che si surriscaldi e che possa causare un incendio. Potresti non avere problemi se questo accade solo occasionalmente. Se è necessario ripristinare frequentemente l’interruttore, è probabilmente a causa di un problema che deve essere risolto al più presto.

Nota: si consiglia di non ripristinare alcun interruttore senza determinare il motivo per cui l’interruttore si spegne. Ignorare il problema sottostante e ripristinare gli interruttori può provocare condizioni di pericolo di incendio o rischio di elettrocuzione.

Cause del salvavita che scatta

Vi sono tre ragioni principali per cui l’interruttore di sicurezza scatta; un circuito sovraccarico, un corto circuito o un guasto a terra.

1. Un circuito sovraccarico sta causando lo scatto dell’interruttore

Il motivo più comune di intervento di un interruttore è un circuito sovraccarico. Un circuito sovraccarico ha un carico elettrico eccessivo, di solito a causa del fatto che troppi apparecchi funzionano sullo stesso circuito. Di solito, questi apparecchi sono dispositivi di alimentazione più pesanti, come un condizionatore d’aria, un asciugacapelli o un riscaldatore. Anche. Se uno di questi apparecchi stesso si surriscalda, può causare il surriscaldamento dell’intero circuito causando l’interruzione dell’alimentazione dell’interruttore.

Soluzioni per circuiti sovraccarichi

Puoi provare a erogare i dispositivi o gli apparecchi a diverse prese su circuiti diversi. Tuttavia, questo può essere scomodo se non ci sono punti utilizzabili all’interno dell’area in cui si desidera utilizzarli.

Scollegare i dispositivi quando non vengono utilizzati

Puoi anche scegliere di spegnere o scollegare i dispositivi che si trovano sullo stesso circuito quando non vengono utilizzati. Tuttavia, ricorda che molti dispositivi non salveranno le impostazioni, come l’ora, quando non sono alimentati. Queste impostazioni dovranno essere riprogrammate ogni volta che vengono ricollegate.

Installa un nuovo salvavita

La soluzione più efficace e meno scomoda, a lungo termine, è quella di avere un elettricista che aggiunge un circuito dedicato. Gli apparecchi high draw saranno sul loro interruttore e non interferiranno con la potenza del resto dei circuiti.

2. Un corto circuito è il motivo per cui l’interruttore interrompe l’alimentazione

Questo problema si crea quando una quantità maggiore di normale di corrente elettrica attraversa la presa e provoca l’interruzione dell’interruttore di corrente a quel circuito. Un corto si verifica quando un filo “caldo”, il filo nero che ha corrente elettrica che lo attraversa, tocca inavvertitamente un altro filo caldo O tocca un filo “neutro” (bianco).

I cavi possono toccare per diversi motivi tra cui collegamenti allentati o installazione non corretta. Controlla i tuoi punti vendita per scolorimento marrone o nero o un odore di bruciore che può indicare un corto. La tua presa non funzionerà più se si corto.

Cosa fare in caso di corto circuito

La soluzione a questo problema è contattare un elettricista per ispezionare e riparare o sostituire qualsiasi presa che si sospetti possa avere in corto. Non lasciare mai nulla collegato a una presa in corto fino a quando non è stato riparato.

3. Un guasto a terra

Un guasto a terra coinvolge nuovamente fili “caldi”. In questo caso, l’errore si verifica quando il filo nero eccitato viene inavvertitamente a contatto con il filo di terra (rame) o il lato della scatola di uscita in metallo. Il percorso di ritorno della corrente elettrica viene ora reindirizzato attraverso il sistema di messa a terra anziché tornare in sicurezza all’interruttore. Qualunque cosa o chiunque venga in contatto con quel sistema di messa a terra diventerà ora anche un percorso per la corrente. I guasti a terra sono spesso il risultato dell’isolamento del filo o di un’installazione errata. Probabilmente hai anche dispositivi di interruzione del circuito di guasto a terra (GFCI) a casa tua. Un GFCI è un dispositivo che “scatta” all’uscita, non all’interruttore, ed è visto più spesso in bagni, cucine e applicazioni all’aperto. Per informazioni sui dispositivi GFCI visitare la nostra pagina sulla sicurezza elettrica.

Cosa fare in caso di guasto a terra

Ancora una volta, dovrai ispezionare i punti vendita per segni di danni. Per la tua sicurezza, ti preghiamo di astenersi dal collegare qualcosa alla presa difettosa fino a quando non riesci a portare un elettricista a casa per vederlo.

Si consiglia di contattare un elettricista autorizzato e assicurato per eventuali interventi di manutenzione sugli impianti elettrici di casa o in ufficio. Siamo professionisti qualificati e siamo disponibili ad aiutare 24/7 con i voetri interruttori automatici che scattano. Chiama oggi Elettricista Modena al 0598678609!

Back To Top